Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Echinopsis e gli affini Trichocereus (che gli anglosassoni chiamano edgehog cacti = cactus-riccio di mare, oppure easter-cacti = cactus di pasqua perché molte forme fioriscono ad aprile ) sono cactus globosi o colonnari provenienti dall’America del Sud (Bolivia, Argentina, Peru, Brasile, Uruguay e Paraguay), capaci di produrre fiori assolutamente straordinari per colori e dimensioni. Tutte le specie sono facili da incrociare tra di loro, e da decenni sono impiegati per produrre ibridi di grande attrattiva ornamentale.

Oltre alla bellezza dei fiori, una caratteristica di queste piante è la sincronizzazione della fioritura, per cui, spesso, le corolle si aprono simultaneamente anche su piante differenti.

Tanta bellezza e vanità ha però il suo prezzo, infatti lo sforzo compiuto dalle piante per sostenere queste fioriture è tale da non poter reggere per più di una notte. Si tratta perciò di un fascino effimero, che comunque si rinnova di anno in anno.

La Festa del Cactus ospita Matteo Calbucci, giovane promessa nel campo dell’ibridazione degli Echinopsis e Trichocereus da fiore, che accoglierà gli interessati presso il gazebo dei relatori per presentare la sua storia, le sue esperienze di coltivazione e i progressi che sta compiendo con i suoi piani di miglioramento genetico. Matteo offrirà alcuni tra i suoi ibridi più interessanti a quanti possano apprezzarli.

Matteo Calbucci
Matteo CalbucciAppassionato ibridatore di Echinopsis e Trichocereus
Matteo Calbucci, nato a Faenza nel 1975, dopo aver collezionato per anni cactus di generi diversi, si dedica ora solo agli ibridi di Echinopsis e Trichocereus. Inizialmente affascinato dagli ibridi americani e poi ammaliato da quelli tedeschi di vecchia e nuova generazione, cerca oggi di creare nuovi ibridi sempre con la passione dell’hobbysta e la speranza che la natura sveli lati della sua bellezza ancora nascosti. Ogni anno produce un centinaio di nuovi incroci che vengono seminati da altri appassionati in circa 20 diverse nazioni del mondo.